Facebook Twitter You Tube Google Plus Flipboard
Lunedì 21.04.2014 ore 09.46
6 Commenti
  • Aumenta dimensione testo
  • Diminuisci dimensione testo
  • Invia articolo
  • Stampa articolo
Giulio Cesare Bonazzi

Le labbra di Sonia Masini


di Giulio Cesare Bonazzi

Le labbra della Masini

Dicono che la Masini si sia rifatta le labbra.
A vederla in Tv – quella locale – sembrerebbe di sì.
C’è un gonfiore anomalo che fa pensare a dosi massicce di silicone.
Chi è andato con lei in Libia racconta che Gheddafi ne sia rimasto particolarmente colpito e, sognando chissà cosa, l’abbia invitata sotto la sua tenda, per il ponte dei morti.
Si vocifera che Ligabue, la rock star correggese, che l’ha voluta al suo concerto a Milano, voglia dedicarle una canzone (circola già il ritornello).
Le malelingue insinuano che il Presidente della provincia abbia stilato un intensissimo calendario per i prossimi interventi chirurgo-estetici.
Non si esclude neppure quello di allungamento della gamba.
Vuole essere la Scarlett Johansson di Reggio.
Spera di riconquistare il Pidiellino Pagliani.

* * *

I calzini dei giudici

Giovedì.
Giornata di udienza in tribunale.
Una bolgia.
Il mercato delle vacche.
La gente guarda smarrita e si chiede dove sia capitata.
Italia o Gabon?
Passi il metaldetector, sali al primo piano e speri di vedere i giudici con i calzini turchese.
Per solidarietà con il collega di Milano che, per aver emesso sentenza di condanna contro il Padrone del vapore, si è visto ripreso e sbeffeggiato da una sua Tv.
Messo alla gogna per la sigaretta e per i calzini turchesi.
Questi ultimi segnale evidente di anomalia cerebrale.
Invece niente.
Il giudice più elegante, in partenza, aveva due calzini grigio scuro sotto un impeccabile gessato.
Un altro, giovanissimo, che va per la maggiore, due calzini colorati, divertenti, sotto uno spezzato ton sur ton.
Un altro ancora, sotto la scrivania, mostrava due improbabili calzini bianchi corti.
Fra questi e l’estremità del calzone, un volitivo polpaccio.
E i giudici donna?
Qualcuna aveva i jeans, quacun’altra normali calze velate.
Una indossava calze nere che mettevano in risalto bellissime gambe.
E’ passato di mente il caso Mesiano.
Ma solo per un secondo!

* * *

Uccidiamo Berlusconi


Ho conosciuto Berardo Carboni e chi ha finanziato il suo film “Shooting Silvio”, un mio ex giovane collega di studio.
Sono certo che non avrebbe mai immaginato che qualcuno potesse riprendere il titolo, italianizzarlo e metterlo su Facebook.
I proseliti non sono mancati.
Migliaia gli iscritti (oltre 12 mila).
Frasi deliranti.
C’è chi si è proposto come killer per 500 mila euro.
C’è chi ha scritto che vorrebbe vedere il premier morto e chi ancora ha sognato di averlo ammazzato.
Immediata, altrettanto delirante e stupida, la reazione degli amici di Silvio.
Altra pagina virtuale dal titolo “Uccidiamo chi vuole uccidere Berlusconi”.
Follia e demenza collettiva.
In tensione i ministri Alfano e Maroni che vogliono cancellare i siti.
Il meno preoccupato?
E’ proprio lui, il vecchio e indomito Silvio.
Se la sta spassando in dacia tre giorni interi con l’amico Putin.
Quello che usava il lettone di palazzo Grazioli.
Ospite educato, cercherà di ricambiare.
Si sussurra che da Mosca siano arrivati tre aerei e sei pulman carichi di escort.
Mavalà! Le solite balle messe in giro da quei cialtroni dei comunisti!


  • Condividi:
  • Aggiungi a Del.icio.us
  • Aggiungi a Technorati
  • OKNotizie
29/10/09 h. 17.14
Arrapaho 2 dice:

Le labbra della Masini... mmmmmmmhhhmmmhhhmmm !!!!!!!

26/10/09 h. 13.57
KGB - agenzia di Reggio Emilia dice:

in risposta alla cia... si sa ... noi siamo + efficenti... cmq ... riguardo a "l'essere un "degenerato" ...come fatto privato e come abuso di una posizione pubblica..... "..

..si consideri anche che:
il giorno 19 Settembre l'arcigay Lazio inviava una interrogazione alla regione Lazio, guidata da Marrazzo, con la quale si chiedeva alla regione di agire a favore dell'omofobia..

..Il richiedente era il presidente della arcigay del Lazio, tale Marrazzo (anche lui, casualità stesso cognome anche se viene un po' da ridere..).

..ora prima di dire che non c'è stato effetto sull'operato pubblico, riflettiamo un attimo.., con il senno di poi..., ..si viene a sapere che tale interrogazione era stata fatta ad una regione guidata da una persona che era solita avere nel pubblico una vita normale e nel privato, invece come dire, un istinto attrattivo per i trans...

..Quante altre interrogazioni o richieste di "sensibilizzazione sociale" sono state fatte ad una persona che viveva queste "situazioni" ricattatorie ed era solito pure subirle pagando ?

Poi è pensabile che qualche voce nel mondo gay non circolasse dato che Marrazzo sembrava andare li anche con l'auto blue ? ...attendiamo la fine delle indagini...

le situazioni ricattatorie possono avere influenzato l'agire istituzionale in campo sociale di un presidente di regione ?

Secondo me si.

26/10/09 h. 10.58
cia dice:

la cosa più triste di questi ultimi mesi e che praticamente nessuno riesce a far mente locale sulla differenza che c'è tra l'essere un "degenerato" ( droga/transessuali) come fatto privato e come abuso di una posizione pubblica.
dal punto di vista dell'etica e della coerenza sono entrambi riprovevoli e , per qualcuno, condannabili . ma ciò che proprio non si può concepire in un uomo delle istituzioni e che impieghi ciò che non è suo: i palazzi pubblici per i suoi incontri; i posti di governo e rappresentanza come premio.
dopodichè marrazzo dev'essere radiato e radicalmente non giustificato. pensate alle sue figlie quando avranno letto i giornali...loro si che sono le vittime di tutto questo. ma non bisogna ignorare che marrazzo andava in via gradoli. non a palazzo grazioli. se mai chiediamoci se ci andava con al sua auto, come sircana sui viali. o su un auto blu. pagata da tutti.
come pagati da tutti sono gli aerei per villa certosa.
se il signor kgb fosse il preside della scuola dove studiano i miei figli e frequentasse escort a me importerebbe fino a mezzogiorno.se non ci fosse di mezzo droga o minori. se fosse il preside della scuola dove studiano i miei figli e portasse le escort nei locali della scuola di sera o offrisse loro agevolazioni per vincere concorsi mi importerebbe molto, ma molto di più.

26/10/09 h. 8.42
Arrapaho dice:

La Masini e' una gnocca da paura!

24/10/09 h. 21.36
KGB - agenzia di Reggio Emilia dice:

..come emerge anche dalla cronaca del caso Marrazzo... chi conduce una vita nascosta sono ben altri... e sono soggetti anche che si sottomettono al ricatto... per difendere una immagine pubblica nettamente differente dalla sfera privata, da bassifondi, contro natura e nascosta...... pensiamo alla foto di un Sircana che rimorchia un trans per strada.. e ad un Marrazzo pescato casa di un trans con piste di coca... che si sottomette ad un ricatto e prima dichiara che non è vero per poi crollare il giorno dopo...

.. pensando a questo aspetto, la ricattabilità dei degenerati sessualmente che conducono vite nascoste, forse si spiegano anche le rapide carriere ...di certi capi storici delle associazioni gay all'interno del centro-sinistra...

..l'etica e la morale appare una questione molto più delicata a sinistra.. se anche esistessero davvero le donnine di Berlusconi e Putin... benvengano.

23/10/09 h. 18.36
KGB - agenzia di Reggio Emilia dice:

..oggi hanno provato insieme un aereo che atterra e decolla sull'acqua per il trasporto passeggeri...
le aziende aeronautiche russe si stanno sempre + legando alle aziende aerospaziali italiane..
..ieri hanno hanno una conferenza telematica a tre con il premier turco per il nuovo gasdotto che farà dell'Italia il punto d'accesso privilegiato per il GAS nel sud Europa..

nel mentre Franceschini sceglieva il suo vice: un africano con cittadinanza italiana agevolato nell'elezione in parlamento..

c'è la sua differenza.

Esprimi il tuo commento
I commenti sono moderati e saranno pubblicati solo dopo l'approvazione della redazione.